martedì 5 gennaio 2010

Presepe 2009


La realizzazione delle nostre statue non è stata immediata e facile.
Siamo partiti da un materiale davvero insolito: un coppo grezzo, proprio un coppo come quelli che vengono messi sui tetti delle nostre case e da una fotocopia con l’immagine di un personaggio già delineato nelle sue linee essenziali.
Da qui abbiamo iniziato un vero e proprio studio del personaggio. Ognuno ha pensato al personaggio che voleva dipingere in base alle proprie preferenze e ai propri gusti….
C’ è stato così chi ha scelto di fare un uomo, chi una donna, chi ha scelto di far portare al proprio personaggio del pane, chi dei frutti, chi uno strumento musicale: una cetra, un violino, un flauto o un tondo mandolino. Altri si sono invece concentrati sui personaggi tradizionali del presepe, quelli che non possono mancare: i pastori, gli angeli, i Magi e ovviamente i personaggi della Sacra Famiglia.

Dopo aver concluso la realizzazione del nostro studio del personaggio, lo abbiamo riprodotto sul coppo utilizzando la carta carbone, facendoci aiutare da un compagno che ci teneva fermo il foglio e tutto è filato abbastanza liscio, tranne l’accorgersi alla fine della copiatura che avevamo un po’ spostato il foglio, c’eravamo dimenticati di disegnare un pezzo o addirittura ricopiato il nostro personaggio al contrario.
Inoltre il bello e il … difficile …. doveva ancora venire. Dopo averli disegnati dovevamo dipingerli con i pennelli e i colori acrilici, che avevamo sperimentato già a Sarmede. Anche se preoccupati abbiamo superato tutto con il sorriso, perché quest’esperienza, anche se ci ha agitati un pochino, ci ha fatto imparare a lavorare insieme collaborando, ognuno mettendo le sue capacità a disposizione degli altri e abbiamo capito che ad ogni cosa, anche al peggiore dei pasticci c’è sempre rimedio.

(classe III D)


E ... uno in cui ammirare l'intero Presepe

Nessun commento:

Posta un commento